Dagli impegni ai risultati


56


telecamere di videosorveglianza attive in Città,
a cui si aggiungono 7 telecamere leggitarga
sulle principali arterie di accesso al territorio

1.700


alunni delle Scuole dell’Infanzia, primaria e
secondaria di primo grado coinvolti nei corsi di
educazione stradale e di educazione alla legalità

550


veicoli privi di assicurazione sequestrati
e tolti dalla circolazione, garantendo
maggiore sicurezza stradale

Una vista d'insieme


1


impegno preso con i cittadini, realizzato al 100%

Gli impegni


Implementare un sistema di videosorveglianza degli spazi pubblici – con telecamere fisse e sui mezzi della Polizia Locale – per assicurare maggior sicurezza del territorio comunale, migliorando la vivibilità e fruibilità delle zone pubbliche

La rete di telecamere di videosorveglianza è stata estesa, per un totale attuale di 56 telecamere di contesto alle quali si aggiungono 7 telecamere “leggitarga” installate agli accessi del territorio comunale. Ulteriori 9 telecamere, di cui 2 leggitarga, sono in fase di installazione.

Con le telecamere di contesto vengono presidiate le principali piazze e parchi della Città in modo che la Polizia locale abbia la possibilità di sorvegliare in tempo reale e mediante la registrazione delle immagini anche 24 ore su 24, le zone più “critiche”.

I principali varchi di accesso al territorio sono presidiati invece da telecamere leggitarga con cui, oltre a sorvegliare meglio il territorio, è possibile bloccare ad esempio i mezzi che circolano senza assicurazione o sprovvisti di revisione.

Grazie a queste tecnologie sono già stati individuati gli autori di alcuni reati e sono stati sequestrati e tolti dalla circolazione 550 veicoli senza assicurazione.

Con l’implementazione dei diversi sistemi di videosorveglianza e monitoraggio del territorio, è possibile incrementare – direttamente e indirettamente – la sicurezza, prevenendo i reati e controllando in modo più puntuale le aree a rischio.


100


STATO DI AVANZAMENTO


Oltre gli impegni

Informare ed educare, in particolare i giovani, al rispetto della legalità: iniziative con la cittadinanza e progetti con le scuole.

Gli Agenti di Polizia Locale, in sinergia con gli insegnanti delle scuole hanno svolto ogni anno corsi di educazione stradale ed educazione alla legalità, che, nel quinquennio, hanno coinvolto 1.700 alunni delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

Gli obiettivi dei corsi, in funzione anche dell’età degli alunni, sono:

  • favorire l’apprendimento delle norme della circolazione stradale da parte degli alunni delle scuole dell’infanzia e delle scuole dell’obbligo educandoli all’adozione di comportamenti sicuri in qualità di utenti della strada;
  • introdurre nozioni di Educazione Civica portando, nel contempo, gli allievi a conoscere i luoghi del paese in cui vivono, le principali figure istituzionali e le funzioni che rivestono nonché a prendere coscienza del proprio ruolo di cittadini, non solo come fruitori di beni e servizi ma come protagonisti partecipi della vita della collettività.
  • instaurare un rapporto di collaborazione e di reciproco arricchimento con gli operatori di Polizia Locale per avviare, sin dalla tenera età, un “filo diretto” cittadino/istituzioni come fondamento di una partecipazione costruttiva alla vita della collettività;

incrementare la sicurezza dei cittadini mediante l’educazione ad un uso corretto delle strade e dei parchi di Cornaredo, con la riduzione dell’incidentalità e l’abbattimento dei fattori di rischio.


Sicurezza in Città

Per migliorare la vivibilità della Città e incrementare la sicurezza in generale, sono state realizzate nel corso degli anni molteplici iniziative e attività.

  • Realizzati incontri con le forze dell’ordine sul tema delle truffe, in particolare agli anziani, con invio di documentazione sui comportamenti da adottare per gli over 65.
  • Mantenute le convenzioni con le associazioni per il presidio dei luoghi pubblici.
  • Sottoscritta una convenzione con Settimo Milanese per la sorveglianza in orario serale con turni dedicati.
  • Partecipazione ogni anno dal 2014 all’attività SMART (Servizio Monitoraggio Aree a Rischio del Territorio) per il pattugliamento notturno del territorio.
  • Rinnovata l’Adesione al Patto del Magentino che raggruppa le Polizie Locali dell’Asse della statale 11, per un totale di 21 comuni. Nell’ambito del patto è stato istituito un nucleo di polizia edilizia e ambientale.
  • Definito un bando pubblico con la definizione di standard di qualità per l’installazione di sistemi di antifurto, che ha coinvolto 5 aziende.
  • Attiva una linea di pedibus
  • Monitoraggio dei flussi di traffico nelle vie, finalizzato a ottimizzare viabilità e sicurezza
  • Definito il regolamento per la tutela degli animali con il divieto di uso degli animali nei circhi.
  • Realizzata una campagna sulle deiezioni canine.
  • Realizzata una convenzione con un’azienda specializzata per il ripristino delle strade in caso di incidenti
  • Tavolo tecnico con comune di Bareggio per lo studio dei flussi della statale 11

Acquistate una nuova auto e un motociclo, oltre a nuove attrezzature con un finanziamento regionale per assicurare un maggiore presidio del territorio


Protezione Civile

Redatto e approvato il Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile, che rappresenta un momento di analisi territoriale e procedurale per la gestione delle eventuali emergenze di Protezione Civile sul territorio comunale. Il lavoro svolto ha interessato l’intera struttura tecnico-amministrativa del Comune di Cornaredo, attribuendo ruoli e funzioni in linea con l’organizzazione del Comune stesso. Il piano intende dare un approccio strutturato alle problematiche legate alla gestione di eventi critici, che comportano pericolo diretto o indiretto sia per la popolazione che per i beni, gli insediamenti e l’ambiente.

Secondo quanto previsto dal Piano di emergenza presso il municipio è stato attrezzato il COC (Centro Operativo Comunale). Il COC è stato allestito con le necessarie attrezzature informatiche e tecnologiche (compreso un gruppo elettrogeno che garantisce la continuità di fornitura elettrica in caso di emergenza) in grado di sostenere le funzioni dell’Unità di Crisi Locale.

A dicembre 2018 si è svolta una prima esercitazione – che ha coinvolto gli operatori del Gruppo volontari di Protezione Civile, la Polizia Locale e le Funzioni di supporto comunali – con lo scopo di testare il piano comunale di Protezione Civile e verificare le risposte date dalla struttura comunale di Protezione Civile e dell’Unità di Crisi Locale nelle situazioni emergenziali di fronte a uno scenario di emergenza e soccorso. Un’ulteriore esercitazione si svolgerà nel territorio comunale nella prima metà del 2019