Dagli impegni ai risultati


110


posti previsti nella nuova RSA- Residenza Sanitaria Assistenziale,
di cui 25 riservati ai residenti con tariffe agevolate

APERTO


Il nuovo punto prelievi
a San Pietro all’Olmo

VALORIZZATI


Gli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica
3 nuovi appartamenti acquistati

Progetto in primo piano


Una vista d'insieme


14


impegni complessivamente presi con i cittadini

93%


gli impegni completati o realizzati almeno al 75%

Gli impegni


Attivare azioni di sostegno e realizzare interventi specifici per le persone con disabilità

Realizzati i due regolamenti d’ambito per l’accesso ai servizi per la disabilità, conferiti a Sercop.

Introdotto il criterio ISEE per l’accesso ai servizi, in maniera uniforme a livello d’ambito in modo da garantire maggiore equità.

Attivate nuove forme di volontariato, in particolare Cornaredo è tra i Soci fondatori della Fondazione “Dopo di Noi”, iniziativa nata dal volontariato, che ha poi ricevuto finanziamenti grazie al bilancio partecipativo. Nell’ambito del progetto, nel 2019 sono stati attivati progetti per le famiglie.

Avviate azioni di facilitazione e supporto alle famiglie. Nei centri estivi, in particolare è previsto il supporto necessario per i disabili senza maggiorazioni sulle rette, con l’obiettivo di favorire l’inclusione sociale. Sempre nei centri estivi sono attive facilitazioni per l’iscrizione di fratelli.

Organizzate – ogni anno in occasione della giornata sulla disabilità – serate a tema, nel 2018 su disabilità e lavoro con l’intervento del NIL-Nucleo di Inserimento Lavorativo di Sercop.

Adeguati, infine, i contrassegni per i disabili secondo la normativa europea.

100%


STATO DI AVANZAMENTO


Individuare un condominio solidale dove sperimentare percorsi di vita in autonomia, anche con l’ausilio di tecnologia domotica

I percorsi di vita autonoma sono svolti dalla Fondazione Dopo di Noi della quale Cornaredo è socio.

Il Comune ha, inoltre, lavorato per garantire l’autonomia dei disabili residenti negli alloggi di edilizia residenziale pubblica, realizzando diversi interventi di abbattimento delle barriere architettoniche.

Non è stata registrata la necessità di creare un appartamento in un condominio solidale e non ci sono state richieste specifiche in merito.

100%


STATO DI AVANZAMENTO


Verificare le possibilità di occupazione per persone disabili presso le imprese locali

Attraverso il NIL-Nucleo di Inserimento Lavorativo di Sercop, sono incrementati notevolmente gli inserimenti di disabili nelle imprese del territorio dell’ambito.

18 le persone seguite nel 2017 e 29 nel 2018, 4 assunzioni dirette e due dopo il tirocinio realizzate nel 2018. Avviati 5 tirocini a carico del Comune.

100%


STATO DI AVANZAMENTO


Oltre gli impegni

Realizzate, nell’ambito del Progetto Ludomi, due aule multifunzionali, una per istituto comprensivo, che consentono l’integrazione dei bambini disabili, offrendo gli strumenti di lavoro necessari per la disabilità intellettiva (es. autismo).


Finanziato ogni anno uno screening per i DSA-Disturbi Specifici dell’apprendimento per tutte le classi seconde della scuola primaria.

Favorire la realizzazione dei progetti degli anziani di Cornaredo a partire dalle eccellenze già attive, come l’Università Della Terza Età, i corsi di ginnastica e di ballo, le esperienze del Nonno Amico e le attività organizzate dai Comitati Anziani nei due Centri di Cornaredo e San Pietro

Avviati corsi di ginnastica mentale per gli anziani, con due edizioni all’anno per tutti gli anni del mandato.

Consolidate le attività di ginnastica dolce in entrambi i centri anziani e avviato un corso di ginnastica dolce a Cascina Croce.

I centri anziani sul territorio sono gestiti direttamente dai comitati anziani che l’Amministrazione supporta da un punto di vista logistico nell’organizzazione delle iniziative.


75%


STATO DI AVANZAMENTO


Promuovere la cultura dell’anzianità attiva, co-progettando iniziative con le associazioni di volontariato locali

Attivati diversi progetti di prossimità nei punti di riferimento sul territorio, come lo sportello Alzheimer il mercoledì e le attività dell’Alzheimer Cafè il sabato.

Attivate convenzioni triennali con le Associazioni dei Centri Anziani di Cornaredo e San Pietro per l’organizzazione di attività di animazione.

In una logica di rete, per l’attivazione di servizi per gli anziani, l’assessorato alle politiche sociali ha coinvolto, oltre all’Associazione Il Melograno e L’Olmo, anche Auser Insieme Cornaredo e l’ASST Rhodense, per l’attivazione dell’Alzheimer Cafè.

Nel Settembre 2018 è nata a Cornaredo la nuova Associazione APOC-Associazione pensionati orti comunali con la quale si è attivata una convenzione per la gestione degli spazi comuni.


100%


STATO DI AVANZAMENTO


Implementare le attività socio-ricreative, con particolare attenzione alle frazioni di San Pietro e Cascina Croce e ai quartieri decentrati, con progettazioni ad hoc pensate insieme ai cittadini

Avviati progetti di prossimità secondo le esigenze dei diversi territori (per la rendicontazione completa vedi impegno precedente).

I progetti avviati rispondono anche alle esigenze di gruppi più ristretti di persone, come nel caso dell’Alzheimer cafè e del nuovo Punto Prelievi a San Pietro all’Olmo.

100%


STATO DI AVANZAMENTO


Realizzazione di una residenza sanitaria assistita (RSA)

Dopo di 15 anni di attesa, grazie al lavoro portato avanti nel corso del mandato, Cornaredo avrà una RSA.

A dicembre 2018 sono stati firmati l’atto di vendita del terreno dove sarà realizzata la struttura e la convenzione per la successiva gestione. Il progetto è stato depositato e a marzo 2019 sarà posata la prima pietra. Il completamento dei lavori è previsto in 2 anni.

Scopri di più sulla RSA nel progetto in primo piano dedicato

75%


STATO DI AVANZAMENTO


Potenziamento del Centro “Il Melograno”, con l’edificazione dell’ala mancante, in modo da aumentare la capacità ricettiva della residenzialità leggera (mini-alloggi o in appartamento di co-housing) per anziani autosufficienti e parzialmente autosufficienti

L’opera non è stata realizzata perché non è stato più rilevato il bisogno dell’ampliamento, rispetto alla necessità di alloggi protetti.

Si è lavorato invece sulle modalità di accesso ai mini alloggi per anziani, differenziando l’accesso su 3 fasce:

  • persone autonome e autosufficienti;
  • assistenza di base con servizio infermieristico limitato;
  • residenzialità leggera con un numero di ore di assistenza maggiore. La disponibilità all’accoglienza, su invio dell’ASST, al momento non è stata ancora utilizzata, dando spazio ad altre fasce di anziani.

Introdotta una figura di supporto che, oltre a lavorare come infermiera e assistere gli anziani residenti, svolge il servizio di Sportello INFO Anziani (INFO@Anziani).

A dicembre 2018 sono 8 le persone residenti negli alloggi.

Realizzati interventi di manutenzione interna degli alloggi e nella struttura, a costo zero per l’Ente, tramite le migliorie previste nei bandi.

75%


STATO DI AVANZAMENTO


Mantenimento dei tradizionali Servizi di Assistenza Domiciliare e sviluppo di un servizio di Assistenza Domiciliare Integrata

Il Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD) è conferito a SERCOP.

Nel 2018 sono 25 gli utenti che beneficiano di 72 ore di assistenza settimanali, ai quali se ne aggiungono 15 con consegna del pasto a domicilio.

Previste per il 2019 4.300 ore di assistenza annue, con un aumento rispetto alle 3.180 ore di servizio erogate nel 2018.

Per quanto riguarda l’Assistenza Domiciliare Integrata, l’amministrazione indirizza i cittadini, tramite lo sportello anziani, verso i servizi esistenti sul territorio.

100%


STATO DI AVANZAMENTO


Creazione di un Albo delle Badanti, degli Operatori Socio-Sanitari e degli Infermieri Professionali per interventi a domicilio

Il servizio è attivo ed è inserito all’interno del progetto #Oltreiperimetri.

Tramite il servizio d’ambito erogato dal Job family, è possibile far incontrare la domanda e l’offerta di badanti e altre professionalità, rispondendo alle esigenze del territorio.

100%


STATO DI AVANZAMENTO


Sviluppo di strumenti per la gestione e prevenzione di interventi di emergenza come il servizio di teleassistenza, un Numero Verde dedicato e il supporto estivo per gli anziani soli

Attivo il servizio di teleassistenza, per altre esigenze specifiche i cittadini possono fare riferimento al centralino del Melograno.

È inoltre possibile contattare lo sportello INFO@Anziani.

100%


STATO DI AVANZAMENTO


Oltre gli impegni

Nuovo Punto Prelievi di S. Pietro all’Olmo

Attivato il Punto Prelievi di S. Pietro all’Olmo, per rispondere alle esigenze delle persone anziane della frazione – particolarmente numerose – che hanno la necessità di raggiungere un luogo di prossimità.

Il Centro Anziani di S. Pietro ha dato la propria disponibilità per l’attivazione del servizio che ha comportato un investimento di circa 20 mila euro per l’adeguamento della struttura.

Per la gestione del centro è attiva una collaborazione con ASST Rhodense, ATS Città Metropolitana, Associazione Anziani L’Olmo.


Sviluppo di progetti di aiuto innovativi con un’azione congiunta con le associazioni caritative di volontariato

Attivato nel 2016 il Tavolo delle povertà, con un atto di adesione formale, che vede la partecipazione di 11 associazioni e realtà del territorio (AFOL, istituti scolatici, farmacie comunali, ecc).

Il tavolo realizza progetti e iniziative specifiche dedicate a persone che difficilmente vengono intercettate dai servizi “tradizionali”, in particolare per il contrasto dell’indebitamento incolpevole, come i pasti della solidarietà distribuiti – tutelando la privacy – agli alunni delle scuole con famiglie che soffrono di un disagio economico che non permette loro di pagare la mensa.

Definiti progetti sulle emergenze abitative, come il Fondo emergenza abitativa, attivato dall’Amministrazione con la Caritas locale per l’erogazione di contributi.

Sempre con la Caritas locale, in collaborazione con Gemeaz Elior (soggetto della ristorazione) e le scuole, è stato attivato un progetto di recupero delle eccedenze alimentari (pane e frutta) che arricchisce la borsa della spesa distribuita da Caritas alle famiglie.

Realizzato il progetto “Farmaco opportuno”, tramite un accordo tra Amministrazione, farmacie comunali e associazioni di volontariato per la costituzione di un fondo per le persone che non sono in grado di curarsi autonomamente, con la messa a disposizione di farmaci e il pagamento di ticket a fronte di una rendicontazione delle spese. L’accesso al servizio avviene tramite i servizi sociali con impegnativa medica del medico curante.

Realizzata l’indagine sulla povertà a Cornaredo “Analisi sul disagio economico a Cornaredo”, in particolare riguardo le situazioni debitorie delle persone, che ha permesso di individuare le persone a maggiore rischio di povertà. L’indagine ha evidenziato dati più bassi della media nazionale.

Nel sito comunale è stato inserito un banner che contiene un riepilogo di tutte le misure di sostegno al reddito attive.


100%


STATO DI AVANZAMENTO


Start up/avvio di un social market, un “supermercato dell’essenziale” dove le persone in difficoltà possano fare acquisti a costi calmierati, personalizzati o attraverso un canale di credito

Il social market non è stato realizzato, in buona parte le criticità sono state risolte con progetti specifici realizzati all’interno del Tavolo delle povertà con il recupero delle eccedenze alimentari nelle scuole (pane e frutta) e attivando un progetto di inclusione sociale con la figura di un educatore che amplia il servizio dei pasti sociali al Melograno.

In prospettiva potrebbe essere destinata al social market un’area all’interno del bene confiscato, ma l’iniziativa dovrebbe avere il supporto del volontariato locale e non è sostenibile dalla sola Amministrazione.

25%


STATO DI AVANZAMENTO


Creazione di un fondo di solidarietà da destinarsi a persone e famiglie disagiate, italiane e straniere, sviluppo di iniziative di sensibilizzazione dell’intera cittadinanza e delle imprese locali sia in termini di promozione di iniziative a sostegno del fondo, sia tramite donazioni dirette

Il fondo è confluito all’interno delle iniziative del Tavolo delle povertà che ha riunito in modo sinergico e meglio finalizzato tutte le differenti forme di solidarietà.


100%


STATO DI AVANZAMENTO


Oltre gli impegni

Politiche per la casa

Realizzato il Piano di Valorizzazione degli alloggi ERP comunali, con la vendita agli inquilini di 4 appartamenti. Il ricavato è stato poi utilizzato per acquistare 3 nuovi appartamenti, già assegnati.  In questo modo è stato possibile razionalizzare la dimensione degli alloggi sulla base della composizione del nucleo familiare.

Il Comune, inoltre, ha lavorato alla revisione degli accordi locali, ha aderito all’Agenzia dell’Abitare Rhodense ed è in programma l’attivazione di misure di supporto al canone concordato, tramite la partecipazione al progetto Rica.

Adeguati infine i contratti di locazione alla nuova normativa regionale, con successiva registrazione e scorporo dei box.

Oltre gli Impegni

Educativa di strada

Riavviato il servizio di educativa di strada, con la presenza di educatori sul territorio che lavorano per intercettare gruppi di ragazzi e coinvolgerli in iniziative di partecipazione e protagonismo giovanile.


Spazio Giovani

Riaperto nel 2015 lo spazio giovani CPG-Centro Protagonismo Giovanile, uno spazio di socializzazione per i ragazzi e gli adolescenti che promuove progetti in rete con le scuole e le altre realtà del territorio.


Patto educativo territoriale

Avviato, in collaborazione con la Cooperativa Koinè, il percorso per giungere al Patto Educativo di Comunità, che prevede l’avvio di un osservatorio territoriale sui temi dei cambiamenti sociali, socio sanitari, culturali ed educativi.

Nell’ambito del Patto sono previsti incontri e confronti con le realtà del territorio, ai quali si aggiungono iniziative che coinvolgono le scuole.