La Chiesa Vecchia di San Pietro all’Olmo risalente all’anno 1170 , rappresenta una eccellenza del nostro Comune e una realtà unica per i comuni del nostro territorio.

La chiesa affidata alla gestione comunale per 40 anni a partire dal 1990, è stata salvata dal degrado e recuperata all’uso pubblico e religioso, grazie all’impegno di tre amministrazioni che si sono succedute a partire dal 2004. Durante questa amministrazione sono stati realizzati opere e interventi:

  • recupero della controfacciata con la sistemazione della parte muraria e delle fasce affrescate;
  • sistemazione della cassa dell’organo costruito dalla famiglia “Prestinari” nel 1848 e recupero della parte lignea e strumentale;
  • sistemazione del transetto sud;
  • sistemazione della sacrestia che diventerà l’antiquarium in cui esporre i ritrovamenti fatti durante gli scavi;
  • esposizione dei 10 pannelli, realizzati dalla restauratrice Stefania Tonni con i frammenti di  affreschi del periodo ottoniano(IX- X secolo) ritrovati anche questi duranti gli scavi e appartenenti alla chiesa precedente  distrutta dal terremoto del 1117.  (Figure Astanti, Scena dell’Emoroissa, Resurrezione di Lazzaro, 3 finti marmi con Meandro, La pesca Miracolosa, Santo coronato, La volta celeste, Fregio a volute).